Torna indietro

Come risparmiare energia in casa

Pratiche ecosostenibili per vivere la casa in modo responsabile.

Vivere avendo a cuore l’ambiente non vuol dire solo scegliere gustose tisane fatte con ingredienti naturali, ma significa essere ecosostenibili in ogni momento, soprattutto in casa. Ecco quattro semplici consigli per risparmiare energia in casa e far sorridere il mondo che ci circonda.


1) Parola d’ordine: no agli sprechi! 


Quante volte, dopo aver finito di caricare il tuo smartphone hai lasciato il carica batterie attaccato alla presa? Spegnere apparecchi elettronici non significa solamente non lasciar accese lampade, lampadine o televisori ma richiede un’attenzione in più: evitare di lasciare videoregistratori, lettori DVD, computer, stereo in “standby”. 

Quando le apparecchiature elettroniche sono “in attesa” di essere usate consumano dai 4 ai 12 Watt per ora. Non a caso, secondo uno studio del Politecnico di Milano, una famiglia media che elimina gli standby delle proprie apparecchiature domestiche può risparmiare molta energia in casa.


2) Le regole per il risparmio energetico in cucina


Anche se non hai in vista l’acquisto di un nuovo elettrodomestico ad alta efficienza energetica, puoi comunque risparmiare energia. Basta semplicemente adottare alcuni comportamenti buoni per l’ambiente. Eccone alcuni:

  • sbrina frequentemente il frigorifero e tieni la serpentina pulita e distanziata dal muro per evitare che l’elettrodomestico si surriscaldi e consumi più energia;
  • evita che la fiamma del piano cottura sia più ampia del fondo della pentola;
  • non aprire frigorifero e congelatore troppo spesso e troppo a lungo;
  • non caricare mai a metà la lavatrice e la lavastoviglie ma usale sempre a pieno carico;
  • fai la differenziata (anche se nel tuo comune non è prevista). 


3) Gestire bene la temperatura della casa


In casa il termometro segna 30 gradi? È il momento di abbassare i riscaldamenti. 

Maggiore è la temperatura domestica minore sarà il risparmio energetico. Infatti, per legge, il termostato non dovrebbe superare i 22 gradi. 

Senza dimenticare che più alto è lo sbalzo termico tra esterno e interno, più saranno alte le probabilità di prendere un raffreddore o mal di gola.

Queste regole valgono anche per il condizionatore, la cui temperatura dovrebbe essere al massimo di 5 gradi inferiore a quella esterna. E quando le finestre di casa sono aperte, spegni sempre il riscaldamento o l’aria condizionata!


4) Momenti speciali… a lume di candela


Chi l’ha detto che le candele sono out? Questi piccoli accessori fondamentali per le nostre bis-bisnonne sono ancora oggi un accessorio affascinante e, soprattutto, ecologico. Ad esempio puoi usarli per creare la giusta atmosfera durante una cenetta romantica con la persona che ami oppure sceglierli come alternativa ecosostenibile alla luce dell’abat-jour. 

Quindi cosa aspetti? Quando la sera bevi la tua tisana Bonomelli Rilassante, lasciati accompagnare dalla suggestiva luce di una candela. Il mondo ti ringrazierà!

Come risparmiare energia in casa - Bonomelli
articoli correlati