Produzione

IL SAPER FARE BONOMELLI

Guarda il video

La passione diventa metodo

L’esperienza e le competenze specifiche sviluppate in oltre cento anni di storia permettono oggi a Bonomelli di vantare una profonda conoscenza che parte proprio dal prodotto principale, la camomilla, per proseguire poi in ogni fase del processo di lavorazione.

La filiera Bonomelli

Il controllo della filiera ha inizio dalla selezione dei terreni più adatti per la coltivazione, l’attenta preparazione dei campi e la loro corretta semina. Continua poi con tutte le fasi di raccolta, essiccazione, pulizia, blending e confezionamento. L’intero percorso è garantito dalla supervisione degli specialisti Bonomelli per dare al consumatore un prodotto rigorosamente verificato e unico in termini di gusto e funzionalità.

I terreni non sono tutti uguali

Ogni terreno non solo viene preparato ad accogliere i semi di camomilla secondo le istruzioni degli Agronomi Bonomelli (arature non profonde, erpicature, fresature, livellature, rallature), ma è anche sottoposto a una serie di analisi, test e verifiche volte a stilare la carta di identità di ogni campo nel quale identificare: la storia delle coltivazioni precedenti, l’acidità, la densità, la presenza di nutrimenti, la permeabilità dell’acqua. Uno strumento con cui valutare l’idoneità e il rispetto dei parametri agli standard di qualità Bonomelli. Non solo, per rispettare l’integrità organolettica e funzionale dei fiori di camomilla ogni terreno coltivato deve trovarsi entro un raggio di 20/25 Km dallo stabilimento di essiccazione, cosi da avviare le lavorazioni della materia prima entro 2 ore dalla raccolta.

Il seme Bonomelli

Dall’esperienza centenaria dei ricercatori Bonomelli è stato individuato, grazie a una selezione naturale, un seme dal quale si ottiene un fiore di camomilla della varietà tetraploide, dalle specificità organolettiche uniche. Questo tipo di camomilla si contraddistingue infatti per una dimensione maggiore dei capolini, che sono quindi più ricchi di oli essenziali e in grado di offrire una bevanda dal profumo intenso e dal sapore inconfondibile. 

Tecnologia per rispettare prodotto e ambiente

La salvaguardia del fiore di camomilla ha spinto gli ingegneri Bonomelli a progettare macchinari esclusivi e protetti da segreto industriale. Come le “Pettinatrici”, macchine uniche in grado di raccogliere solo i fiori di camomilla integri, per preservarne i capolini ricchi di oli essenziali, evitando di danneggiare le piante e garantendo il loro naturale sviluppo per permettere ai fiori non ancora maturi di essere raccolti in un secondo momento.

Per una raccolta dolce e rispettosa la pettinatrice procede molto lentamente, a una velocità massima di 3 Km/h, lavorando 3 ettari al giorno.

Essiccazione gentile

All’interno dello stabilimento di Foggia, i fiori vengono separati da tutte le parti estranee “verdi”, come il gambo e i residui di foglie. È una fase importantissima perché nella camomilla Filtrofiore e nella Setacciata Bonomelli sono presenti tutte le parti del fiore di camomilla, senza gli altri elementi naturali della pianta.

La parte nobile del fiore viene accompagnata in un forno a rullo continuo, unico nel suo genere, sviluppato appositamente dagli ingegneri Bonomelli. Al suo interno i fiori vengono essiccati grazie a un flusso di aria continua, impostato a una temperatura che rimuove la parte liquida mantenendo inalterate le caratteristiche organolettiche e sensoriali. 

La ricerca della qualità

Il fabbisogno di fiori di camomilla in tutti i mesi dell’anno ha portato alla nascita di un’intensa attività di ricerca e approvvigionamento. Gli Herbalist Bonomelli, seguendo le stagioni di raccolta della camomilla, visitano le coltivazioni dei partner selezionati per approvvigionarsi di una materia prima sempre di altissima qualità e conforme agli standard Bonomelli. Bonomelli si è assicurata così nel tempo contratti di fornitura in esclusiva, fornendo ai propri partner il giusto know-how per garantire sempre il rispetto della qualità desiderata.

La ricetta Bonomelli

Una volta essiccati, i fiori arrivano presso lo stabilimento di Dolzago dove ogni singolo lotto, distinto per origine e tipologia, è custodito in camere ad ambiente controllato.

Un team di esperti seleziona e analizza tutte le forniture per verificare la conformità alle specifiche organolettiche, dopodiché il percorso continua all’interno del laboratorio erboristico dove i Master Blender selezionano, compongono e definiscono la corretta miscela per garantire il gusto inconfondibile apprezzato dai consumatori, frutto dell’equilibrio tra note dolci e floreali e altre più amare e funzionali.

Il risultato in bustina

Il lungo percorso si conclude con la fase di confezionamento, dove la miscela è pronta per essere inserita all’interno dei filtri. 

Tutto il “sapere fare” sviluppato in oltre 100 anni è stato impiegato anche nella produzione di tisane e infusi, esprimendosi come nel caso della camomilla in un’accurata selezione delle migliori materie prime e nello sviluppo di prodotti contraddistinti dall’unione di gusto e funzionalità.