Torna indietro

5 utilizzi furbi della camomilla in estate

Estate fa rima con divertimento e relax ma in questa stagione capita sovente che sole, umidità e calore possano portare anche alcuni piccoli disturbi. La soluzione? Portare con sé in valigia alcune bustine di camomilla

È uno dei fiori più conosciuti al mondo e anche il primo che consumiamo, fin da neonati. Non è difficile intuire che ci stiamo riferendo alla camomilla, meravigliosa pianta erbacea della famiglia delle Composite, caratterizzata dai suoi deliziosi fiori bianchi e profumati. Forse non tutti sanno che la camomilla è apprezzata per le sue doti fin dall’antichità: oltre alle ben note proprietà distensive, che favoriscono il sonno e il relax, la camomilla ha tante risorse nascoste. Per esempio, vanta proprietà digestive, emollienti, lenitive e di supporto alle mucose dell’apparato respiratorio Una pianta dalle mille virtù, insomma, che in estate potrebbe rivelarsi molto utile da inserire nella valigia delle vacanze dal momento che può esserci di grande aiuto per risolvere alcuni piccoli fastidi. Perché se è vero che estate fa rima con divertimento e relax, in questa stagione capita sovente che sole, umidità, calore possano portare con sé anche alcuni piccoli fastidi che potrebbero “disturbare” le nostre vacanze. La soluzione? Portare con sé in valigia alcune bustine di camomilla.


Occhi irritati
Sole, vento, luce, acqua di mare, possono avere un effetto negativo sugli occhi, arrossandoli e irritandoli in modo fastidioso. Per avere sollievo, preparate un infuso lasciando 1 cucchiaio di fiori essiccati di camomilla in una tazza di acqua bollente per un quarto d’ora. Filtrate, lasciate raffreddare completamente e applicate per una decina di minuti l’infuso sugli occhi utilizzando due pezzetti di stoffa pulita, due garze o due dischetti di cotone, avendo cura di non usare mai lo stesso impacco per entrambi gli occhi. In alternativa, potete preparare una tazza con due filtri di camomilla, lasciate in infusione per una decina di minuti dopodiché strizzateli, fateli raffreddare per bene, posizionateli sulle palpebre e lasciateli in posa una ventina di minuti.


Per lenire le scottature solari
In caso di eritema o di scottature solari, un classico rimedio della nonna è l’olio alla camomilla. Prendete 25 g di fiori secchi di camomilla (circa 2 bustine) e metteteli in un pentolino con 250 ml di olio di oliva. Riscaldate l’olio a bagnomaria per almeno 2 ore a fuoco molto basso. Filtrate, imbottigliate e fate delle leggere frizioni sulla parte interessata oppure degli impacchi con una garza. Un altro rimedio è quello di lasciare 2 bustine di camomilla in 250 ml di acqua bollente per 10 minuti, poi si strizzano bene le bustine e si ripone l’infuso in frigorifero per un paio d’ore. Trascorso il tempo, fate degli impacchi sulle zone scottate aiutandovi con una garza o un pezzo di stoffa.


Labbra screpolate dal sole
Se dopo una giornata al mare vi ritrovate con le labbra secche e screpolate, niente paura: preparate una camomilla lasciando in infusione un filtro per circa 5 minuti. Lasciatelo intiepidire dopodiché usate il liquido per effettuare dei bagni tiepidi alle labbra, almeno 3 o 4 volte nel corso della giornata.


Per aiutare le gambe “pesanti”
Durante il periodo caldo, soprattutto tra le donne, è abbastanza diffuso il problema delle gambe “pesanti” e del gonfiore ai piedi, accompagnati da formicolii e fastidiosi dolori. Le cause? L’esposizione solare, la scarsa idratazione, il calore. Uno dei rimedi più efficaci sono le passeggiate: se siete al mare, camminate in acqua fino al ginocchio. E la sera provate un vecchio rimedio della nonna: mettete alcuni filtri di camomilla in una garza o in un fazzoletto di cotone e posizionate il “fagotto” sotto il getto d’acqua della vasca da bagno. Immergetevi nell’acqua della vasca, che non deve essere troppo calda, per una ventina di minuti. Una volta usciti, sdraiatevi e tenete le gambe sollevate, appoggiate a una parete o su diversi cuscini impilati, per altri 20 minuti.


Dopo la depilazione
Complice il sole, in estate può succedere di ritrovarsi con la pelle particolarmente irritata dopo la depilazione. Per rimediare, potete provare con un impacco di camomilla. Molto semplicemente, preparate una camomilla e lasciate in infusione il filtro per 5 minuti circa. Quando il liquido è tiepido imbevete dei dischetti di cotone e passateli delicatamente sulla pelle depilata. Ripetete l’operazione diverse volte.

5 utilizzi furbi della camomilla in estate - Bonomelli
articoli correlati