Torna indietro

5 rimedi per sgonfiare le gambe

Come combattere il gonfiore alle gambe? Ecco alcuni rimedi da adottare nella nostra quotidianità.

Capita a tutti, prima o poi, di ritrovarsi a fine giornata con quella fastidiosa sensazione di avere le gambe pesanti, gonfie, intorpidite. Le ragioni possono essere le più svariate, ma molto spesso sono associate alla famigerata ritenzione idrica, che comporta un eccesso di liquidi negli arti inferiori. La causa delle gambe gonfie può risiedere anche nel nostro stile di vita: molte persone, infatti, trascorrono gran parte della giornata sedute su sedie con bordi netti o si accomodano senza appoggiarsi bene allo schienale. In questo modo, le vene, i tendini e i muscoli che si trovano “schiacciati” sul bordo della sedia non riescono a svolgere correttamente il loro compito. Le conseguenze? Formicolii alle gambe, piedi pesanti e gonfiori.

Ovviamente può succedere anche il contrario, ovvero di dover restare in piedi per molte ore nel corso della giornata: pensiamo ai commessi o ai baristi. Anche in questi casi le conseguenze ricadono su un affaticamento circolatorio degli arti inferiori. Cosa fare? Il primo rimedio è quello di cercare di bere molti liquidi durante la giornata, come acqua o una tisana funzionale Gambe Leggere Bonomelli, a base di meliloto, rusco, centella e ribes nero. Queste piante sono rinomate per la loro efficacia nel contrastare ritenzione idrica e fragilità capillare. L’estratto naturale di vite rossa aggiunge a questa preziosa miscela le sue riconosciute proprietà protettive sui vasi sanguigni. In più, il frutto della rosa canina insieme al mirtillo e ai fiori di camomilla regalano alla tisana un gusto piacevole e un buonissimo profumo. È consigliabile assumerne un paio di tazze al giorno, gustandola al naturale o dolcificandola a piacere, meglio se con miele. Resta inteso che, per sentire le gambe più leggere, è importante associare le proprietà di queste piante funzionali a uno stile di vita sano e una dieta varia ed equilibrata.

Ecco qualche consiglio per raggiungere l’obiettivo e provare a contrastare in modo naturale il gonfiore delle gambe:

1 Muovetevi!

Muoversi e praticare attività fisica (lunghe passeggiate, un po’ di cyclette, nuoto, sci di fondo…) è a tutti gli effetti il primo passo da compiere per il benessere delle nostre gambe. Deambulare a passo sostenuto per mezz’ora o, meglio ancora, un’ora al giorno, comporta una diminuzione della pressione venosa superficiale e facilita il drenaggio. Per chi ne ha l’occasione, prendere l’abitudine di fare una passeggiata per andare e tornare dal lavoro può essere un buon contributo al benessere delle nostre gambe.

2 Frutta e verdura a gogo

“Fa che il cibo sia la tua medicina” sosteneva Ippocrate, padre della medicina antica. Questa massima vale anche quando parliamo del benessere delle gambe. Frutti come mirtilli, ribes e uva nera sono ricchi di antociani, potenti antiossidanti che agiscono sulle pareti dei vasi capillari, rinforzando e proteggendo dal rischio che possano rompersi o dilatarsi. Il ribes, in particolare, è utile per alleviare gonfiori e pesantezza. La vitamina C aiuta a contrastare le infiammazioni dei vasi e migliora la circolazione sanguigna: via libera allora ad agrumi, pomodori, kiwi.

In generale, semaforo verde a frutta e verdura che, grazie alle loro proprietà diuretiche, sono molto utili per eliminare le tossine e contrastare la ritenzione dei liquidi in eccesso.

3 Gli alimenti da evitare

Un’alimentazione equilibrata e una buona dose di attività fisica ogni giorno: è questa la ricetta magica per la salute delle nostre gambe. Ma quali sono gli alimenti “nemici” del benessere delle gambe?

Semaforo rosso per i cibi raffinati e conservati, come: merendine, cibi in scatola, dadi, creme elaborate, salumi, formaggi stagionati, dolciumi. Prestare attenzione anche all’eccesso di sale, al caffè e agli alcolici che agevolano la disidratazione favorendo quindi la ritenzione idrica.

4 Le virtù del sale e del rosmarino

Si dice che Carlo Magno ordinasse ai suoi sudditi di coltivare rosmarino, per essere certo di poter avere sempre a disposizione questa erba aromatica dalle mille virtù. Ad esempio, se associato al sale, è utile a sgonfiare le gambe durante un bagno rilassante.

Lo sapevate? Procedete così: preparate un decotto facendo bollire per 10 minuti circa 6 litri di acqua, 120 g di aghi di rosmarino e 40 g di sale da cucina. Lasciare intiepidire e immergervi le gambe per una decina di minuti, dopodiché sciacquare con acqua fredda. Asciugatevi e sdraiatevi per circa mezz’ora, posizionando un cuscino sotto le gambe.

In alternativa, versate acqua calda in una vasca e scioglietevi circa mezzo chilogrammo di sale, rimanendo immersi per circa mezz’ora.

Ripetete la routine del bagno al rosmarino un paio di volte alla settimana.

5 Massaggi preziosi

La sera, dopo il bagno o la doccia, è buona abitudine massaggiare le gambe con una crema o un olio drenante. Provate a sedervi in posizione comoda e appoggiate i piedi su uno sgabello o su un tavolino non troppo alti.

Iniziate il massaggio partendo dalle caviglie e arrivando fino alle cosce, facendo una piccola pressione con i polpastrelli. Per ottenere un buon risultato, cercate di prolungare il massaggio per almeno un quarto d’ora. Quando è ora di andare a dormire, ricordatevi di mettere in pratica il vecchio consiglio della nonna che suggerisce di dormire con le gambe leggermente sollevate: basta un piccolo cuscino… ne sentirete i benefici al risveglio.


5 rimedi per sgonfiare le gambe - Bonomelli
articoli correlati