Torna indietro

5 ricette per un Carnevale “leggero”

Il Carnevale offre molti spunti golosi, approfittiamone per preparare in casa dei dolcetti tipici di questo periodo ma in versione “alternativa”, più sani e più leggeri. Proviamo?

Carnevale, ogni dolcetto vale. Giusto? Archiviate le feste natalizie, le vetrine delle pasticcerie sono già invase da invitanti vassoi stracolmi di chiacchiere e di tortelli ripieni di crema pasticcera. Il Carnevale del resto è il periodo più folcloristico dell’anno, durante il quale travestimenti, allegria e dolcezze di ogni tipo rappresentano gli ingredienti principali.

Ogni regione ha le proprie specialità (dalle frappe ai crostoli, dalle graffe alle bugie passando per le castagnole) con un unico comune denominatore: la frittura. E le calorie vanno alle stelle. Per un Carnevale goloso ma più sano si possono preparare con successo anche versioni più leggere dei tipici dolci carnevaleschi, sfruttando la cottura al forno. E perché non divertirsi ad abbinare a ciascun dolcetto una tisana o un infuso per rendere questa festa ancora più originale e gustosa ma senza esagerare con le calorie?


Le frittelle di riso al forno

Dici Carnevale e subito l’associazione con le frittelle è automatica. Per realizzare dei dolci simili alle classiche frittelle di riso ma molto più leggere, provate le frittelle di riso al forno, procedendo così: fate bollire mezzo litro di latte intero con 100 g di riso Originario, la scorza grattugiata di un limone biologico, una stecca di vaniglia, 50 g di zucchero, un pizzico di sale. Fate cuocere per una ventina di minuti, finché il riso avrà assorbito il latte e lasciate raffreddare. Aggiungete 1 uovo, 50 g di farina, 1 cucchiaino di lievito per dolci e 1 cucchiaio di latte. Formate dei mucchietti di impasto e posizionateli su una teglia coperta di carta forno. Infornate i dolcetti e cuoceteli a 180° per circa 30/40 minuti. Quando sono quasi pronte, accendete il grill e fateli dorare per un paio di minuti. Quando sono freddi spolverizzateli con poco zucchero semolato e serviteli con una Rilassante, dal buon sapore di arancio unito alle fresche note del lime e del mandarino.


I ravioli dolci

Un’altra alternativa super golosa ai dolci fritti? Ecco una rivisitazione dei ravioli di Carnevale tipici del Friuli, che evocano i sapori dei dolci mitteleuropei. Per prepararli potete utilizzare della pasta frolla già pronta: basta stenderla con il matterello e ricavare dei cerchi con un coppapasta. Preparate il ripieno sbriciolando grossolanamente 200 g di biscotti secchi in una ciotola, aggiungete 1 vasetto di marmellata di ciliegie, 3 cucchiai di cacao amaro, 50 g di mandorle spezzettate, 30 g di pinoli, la scorza grattugiata di 1 limone, ½ bicchierino di rum e 3 cucchiai di uvette. Mescolate tutti gli ingredienti e farcite i dischetti di frolla al centro, richiudendo la pasta per avvolgere bene il ripieno, formando delle mezzelune. Premete per sigillare i bordi. Rivestite di carta forno una teglia, posizionatevi i ravioli e cuoceteli per 10/15 minuti circa in forno, a 170°. Potete abbinare ai ravioli dolci a una classica Camomilla Filtrofiore Bonomelli, dalle proprietà rilassanti, che favorisce una migliore digestione.


La “torre” di chiacchiere cotte al forno

Diffuse in tutta Italia, le chiacchiere per molti rappresentano “il” dolce di Carnevale per eccellenza. Un modo originale per servirle come dessert scenografico ma leggero è in versione “millefoglie” ovvero una piccola torre di chiacchiere cotte al forno alternate a strati di crema di yogurt. Per preparare le chiacchiere, create la classica fontana con 100 g di farina, inserite al centro 1 uovo, 1 cucchiaio e ½ di olio, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiai di succo di mandarino, 1 cucchiaio di grappa. Impastate in modo classico, prima con la forchetta, poi con le mani, aggiungendo farina se l’impasto dovesse risultare troppo morbido. Formate una palla e lasciatela riposare coperta per 15 minuti. Stendete l’impasto fino ad arrivare a uno spessore non troppo sottile. Tagliate le strisce di pasta a losanghe, fate dei taglietti al centro e cuocetele in forno a 170° per circa 15 minuti. Preparate la crema mescolando con le fruste elettriche 300 ml di yogurt compatto, 100 g di ricotta, 3 cucchiai di zucchero, la scorza grattugiata di un limone. Il dolce va composto ponendo nei piatti singoli una chiacchiera, la si copre con la crema, poi ancora una chiacchiera, uno strato di crema e si termina con una chiacchiera. Questo dessert può essere servito a fine pasto, abbinandolo piacevolmente a un infuso di Ananas e Pesca, dal sapore dolce vellutato.


Ciambelline alle patate

Le ciambelle sono un classico nel buffet dei dolci carnevaleschi. Per proporre qualcosa di diverso ecco la versione alle patate, perfetta per una golosa merenda. Come fare? Semplice: in una ciotola unite 250 g di farina, ½ bustina di lievito, 1 cucchiaino di bicarbonato, 1 patata lessata, 100 g di zucchero, 2 uova e 2 cucchiai di acqua ai fiori di arancio. Lavorate l’impasto, formate una palla e mettetela nel frigorifero coperta con la pellicola trasparente per qualche ora.  Riprendetela, stendetela su un piano di lavoro infarinato, fino a un’altezza di circa 1 cm, e con due coppapasta di dimensioni diverse formate le ciambelline. Mettetele su una teglia  rivestita di carta forno e cuocetele in forno a 180° per 20 minuti circa. Servitele cosparse di zucchero a velo abbinate alla Camomilla solubile con Miele e Arance, ideale anche per i bambini, che oltre a conservare tutte le qualità della camomilla è già arricchita con miele e arance, per offrire ancora più gusto.


Il simil Migliaccio napoletano

A Carnevale in Campania si prepara il Migliaccio, un dolce di semolino e ricotta, molto morbido e profumato, semplice e incredibilmente sano. Volete prepararlo? Bene: mettete a bagno 50 g di uvette in acqua tiepida. Portare a ebollizione 1 litro di latte con 1 noce di burro e la scorza di 1 limone grattugiata, versate a pioggia 250 g di semolino, mescolando continuamente. Versate in una ciotola e fate intiepidire il composto. Aggiungete 250 g di ricotta e incorporatela per bene all’impasto con l’aiuto delle fruste elettriche (o con la planetaria): l’impasto sarà abbastanza duro da mescolare. A parte sbattete brevemente 3 uova con 100 g di zucchero e aggiungetele al composto di semolino e ricotta, continuando a mescolare con le fruste. Aggiungete all’impasto le uvette e dei cubetti di arance candite. Ricoprite di carta forno inumidita una tortiera, versatevi l’impasto e fate cuocere a 170° per 50/60 minuti. Quando è tiepido, sfornate il dolce e completatelo con zucchero a velo. Potete abbinare al simil Migliaccio un infuso Papaya e Arancia, dolce e aromatico, dalle proprietà rinfrescanti.

5 ricette per un Carnevale “leggero” - Bonomelli
In collaborazione con:
articoli correlati