Torna indietro
Dove andare durante i ponti di primavera?

6 destinazioni per chi cerca un benessere tutto naturale.

Aprile dolce… PARTIRE. Con il suo clima mite e le giornate che si allungano, è il mese perfetto per preparare una piccola valigia e programmare delle gite fuoriporta o dei weekend in qualche bella località italiana ancora poco conosciuta. Sfruttando magari i ponti di primavera… Ecco dunque qualche spunto per un weekend lungo nella nostra splendida penisola, tra mare, parchi e montagna, ma sempre all’insegna della natura e del benessere. A voi la scelta!


1. Cinque Terre, una passeggiata con panorami mozzafiato

Un grande classico per il weekend di primavera è la Liguria, in particolare le Cinque Terre, patrimonio dell’Umanità Unesco, “paesaggio culturale di valore” eccezionale, dove la natura e il mare sono i veri protagonisti.

Un’idea “no stress” è quella di sfruttare i treni o i battelli, saltellando da un borgo all’altro (Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Monterosso, Vernazza) per divertirsi poi a passeggiare nelle viuzze cittadine, con i loro scorci mozzafiato a picco sul mare, e tra le tipiche creuze, le stradine o mulattiere rese immortali da De André.

Per rendere la passeggiata al mare ancora più piacevole e wellness, ideale una Anti-age Pelle Bonomelli, che si può preparare anche in acqua fredda, per gustarla liberamente in qualsiasi momento.



2. Pontedilegno-Tonale, dimenticare il caos cittadino

La primavera è il momento migliore per qualche dolce weekend in montagna. Il comprensorio di Pontedilegno-Tonale potrebbe essere la destinazione perfetta per questa stagione. È situato in un quadro naturalistico unico, tra l’Alta Valle Camonica e l’Alta Val di Sole, a cavallo tra la Lombardia (Brescia) e il Trentino Alto Adige (Trento). Comprende sei località (Passo Tonale, Ponte di Legno, Temù, Vermiglio, Vezza D’Oglio e il ghiacciaio Presena) e offre innumerevoli opportunità per trascorrere le vacanze passeggiando nel verde, lontano dal caos delle città.

Per completare il weekend “active”, ideale un infuso fruttato dal sapore energico e allo stesso tempo armonioso come Lampone e Ribes Rosso.



3. Umbria: da Perugia ad Assisi, oasi di silenzio senza tempo

Un weekend nella natura, per prendersi del tempo per camminare e vivere in silenzio scorci bellissimi. Magari in un luogo in cui si uniscono la pace di un Parco Naturale e gli orizzonti delle valli di Assisi e di Perugia, passando per Spello e Nocera Umbra.

Dopo aver visitato le splendide cittadine umbre, chi avesse voglia di un po’ di relax nel verde può concedersi delle lunghe passeggiate nell’oasi naturale protetta della regione Umbria, il Parco Naturale del Monte Subasio. Tra sentieri e rifugi, si spazia dagli oliveti ai boschi di cerri, aceri e roverelle per arrivare alle distese di pascoli che caratterizzano le alture.

Per dissetarsi durante il cammino, ottima la Vitalità Bonomelli, una tisana che si può preparare anche in acqua fredda, perfetta da portare con sé.



4. Roma, un giro per i suoi magnifici parchi.

Roma, con i suoi splendidi panorami affacciati su antiche rovine e l’atmosfera rilassata, risulta particolarmente ambita dai turisti in questo momento dell’anno. Merito anche dei suoi bellissimi parchi, da girare magari in bicicletta. Come il parco che circonda la Appia Antica, percorribile a piedi o in bici, partendo dal Mausoleo di Cecilia Metella. Notevole anche il parco di Villa Ada, con boschi e giardini inglesi, o quello di Villa Celimontana, non distante dal Colosseo. Il più centrale è sicuramente il parco di Villa Borghese, con i suoi giardini all’italiana e fontane di ogni genere. E dopo queste belle pedalate in bici, ideale una Drenante Bonomelli, che aiuta a ridurre i liquidi in eccesso.



5. Costiera amalfitana, “un tuffo dove l’acqua è più blu”.

Atmosfere suggestive, viste mozzafiato, una cucina tra le più amate del mondo: la fama della Costiera amalfitana, inserita dall’Unesco nella World Heritage List, supera i confini nazionali, facendo innamorare i turisti di tutto il mondo.

Questa è la stagione migliore per programmare una piccola vacanza da queste parti, evitando il sovraffollamento dell’estate. Da Amalfi a Cetara (nota in tutto il mondo per la colatura di alici), da Maiori a Vietri (famosa per la ceramica) passando per Ravello, ciascuna cittadina merita una visita, per via delle caratteristiche uniche che la contraddistinguono.

Accompagnati magari da un Infuso Papaya e Arancia, fresco e originale, che ricorda il profumo degli agrumi tipici di queste parti…



6. Salento: terra di mare, di storia e di sapori.

Un break dal sapore tropicale? La primavera è il periodo clou per una breve vacanza in Puglia, magari proprio nel Salento, che per le sue acque pulite e cristalline viene spesso paragonato proprio alle Maldive.

Trovandosi da queste parti, vale la pena programmare anche una sosta ad Alberobello, per visitare i celebri Trulli, oppure a Castellana Grotte, teatro suggestivo per una passeggiata sotterranea a 70 metri di profondità.

Un giro in auto lungo la costa è comunque la scelta migliore per cercare le spiagge più suggestive e raggiungere poi, per pranzo, qualche masseria dell’entroterra per gustare mozzarelle, orecchiette con le cime di rapa, la pizza con le patate… Dopo pranzo, è perfetta la Digestiva Bonomelli, che riunisce menta, rabarbaro, genziana, coriandolo e zenzero!

articoli correlati