Torna indietro
5 consigli per una pausa pranzo rigenerante

La pausa pranzo è un momento molto importante della nostra giornata, da sfruttare al meglio per trascorrere un pomeriggio senza intoppi e arrivare a sera con una buona dose di vitalità…

Ore 13, è l’ora della pausa pranzo. Un momento importante, che andrebbe costruito sulla base di corrette abitudini alimentari ma che si trasforma il più delle volte in una lotta contro il tempo, magari con il telefono incastrato tra spalla e orecchio, senza alzarsi dalla scrivania. Che siate a casa o al lavoro, che vi portiate la “schiscetta” o che pranziate al bar o in mensa, la pausa pranzo può trasformarsi in una parentesi rigenerante in cui ritagliarsi un piccolo spazio tutto per sé, tra i mille impegni della nostra giornata, che ci aiuti ad arrivare a sera con la giusta dose di vitalità e di energia. Ecco alcuni semplici consigli, a seconda dello stato d’animo del momento o per risolvere piccoli disturbi fisici.


Un aiuto per la memoria

Reduci da una mattina lavorativa complicata, tra riunioni, telefonate fiume e mille cose da ricordare? È una buona idea cercare di staccare la spina da tutto e da tutti, optando per una pausa pranzo “isolata”, concedendosi un buon piatto unico a base di carboidrati e proteine, con l’aggiunta di una manciata di frutta secca. Per esempio, pasta integrale, dadini di salmone e pistacchi. Per completare, perfetta una Tisana Memoria Bonomelli, che aiuta le funzioni cognitive: è a base di eleuterococco, pianta tradizionalmente nota per gli effetti positivi su memoria e funzioni conginitve, a cui si aggiungono estratto di cola e guaranà, piante che aiutano a contrastare la stanchezza mentale. Oltretutto, si può infondere sia in acqua calda che fredda, è perfetta quindi da gustare anche alla scrivania.


Contro i mali di stagione

Ore di lavoro intense “condite” da mal di gola, un po’ di raffreddore, un senso di malessere generale: un vero e proprio classico, nel periodo dei primi freddi veri. In questi casi, a pranzo è meglio orientarsi su frutta e verdura. Per esempio una calda vellutata di zucca, carote e cipolle, con un giro di olio extra vergine di oliva, completata da un pizzico di peperoncino o di zenzero in polvere. E poiché nel caso dei malanni di stagione la prima regola è garantirsi il giusto livello di idratazione, è utile sorseggiare alla scrivania la Tisana Naso Gola Bonomelli, in cui la freschezza di timo e liquirizia, piante tradizionalmente note per favorire il benessere di naso e gola, si sposa con le proprietà balsamiche, emollienti e lenitive dell’eucalipto. In più la tisana è valorizzata aggiunta degli estratti di menta ed echinacea, piante dalle riconosciute proprietà a sostegno della funzionalità delle prime vie respiratorie. Da addolcire, a piacere, con un cucchiaino di miele.


Parola d’ordine? Relax

Mattina densa di tensioni, non solo lavorative? La pausa pranzo va sfruttata al meglio per tornare in pace con se stessi e con il mondo, ed evitare di arrivare a sera nervosi e irascibili. La cosa migliore sarebbe recarsi in palestra per una lezione di yoga o di pilates. Per pranzo, è consigliabile orientarsi su un piatto di riso integrale con legumi, verdure e un’abbondante spolverata di parmigiano reggiano. E alla fine del pasto, via libera a una banana e a un paio di quadretti di cioccolato fondente, accompagnati da un Infuso Erboristico 100% Melissa e Tiglio Armonioso e Rilassante, per coccolarsi con gusto. Nella tradizione officinale le foglie di melissa vengono unite ai fiori di tiglio argentato per creare un infuso ideale per concedersi un piacevole momento di relax.


Occhio alla vista!

Un’intera mattinata al computer ha un effetto deleterio sui nostri occhi. Non per niente l’affaticamento della vista è oggi uno dei più diffusi malesseri da ufficio. Per non affaticare troppo gli occhi è importante fare delle pause, cercando di guardare fuori dalla finestra e di fissare un punto lontano, magari degli alberi. A pranzo, niente letture e nemmeno la spesa: meglio una passeggiata al parco in compagnia di un panino preparato con fette di pane integrale, tonno, uova sode, lattuga e una macedonia con agrumi e frutti di bosco,. In più, per concludere la pausa, è perfetta una Tisana Vista Bonomelli, in cui il mirtillo, pianta tradizionalmente note per favorire il benessere della vista, si unisce all’aronia, dalle proprietà antiossidanti. In più la tisana è arricchita con zinco, minerale che contribuisce al mantenimento di una normale capacità visiva. Questa tisana si può preparare sia in acqua calda che fredda.


Vitalità fino a sera

A metà giornata il rischio di sentirsi scarichi e senza energia è in agguato. Ecco perché è di fondamentale importanza sfruttare la pausa pranzo per fare il pieno di forza vitale. Come? Evitando alimenti pesanti e calorici a favore di cibi ricchi di sostanze nutritive, leggeri e sani. Ideale un’insalata di farro con avocado, noci e qualche foglia di basilico, Senza dimenticarsi di bere: è noto, infatti, che la disidratazione aumenta la stanchezza. Perché allora non gustare una Tisana Vitalità Bonomelli, valorizzata dalla presenza del magnesio, che contribuisce a ridurre la stanchezza, favorendo il normale metabolismo energetico e , proprietà esaltate in modo sinergico dalla presenza di un mix di vitamine. Si può gustare sia in acqua calda che in acqua fredda.


Quali sono i vostri accorgimenti per una pausa pranzo davvero perfetta?

articoli correlati