Torna indietro
10 facili accorgimenti per tornare in forma dopo le feste

Ecco qualche semplice (ma efficace) suggerimento per rendere meno disastrosi recuperare dagli eccessi natalizi…

Inevitabile: le feste natalizie e i banchetti a base di panettone, cotechino, lasagne e cappelletti hanno lasciato il segno sulla bilancia. Via libera, dunque, a una revisione delle proprie abitudini alimentari, in modo da renderle più sane anche per tutto il resto dell’anno. È giunto il momento di tornare alle buone abitudini innescando, prima di tutto, il processo fisiologico di “pulizia” messo in atto dal nostro fisico organismo dopo le grandi abbuffate. La depurazione potrebbe cominciare con una buona tisana, come la Depurativa Bonomelli, preziosa miscela di ortica, tè verde, curcuma e cardo mariano, in grado proprio di favorire i naturali processi di depurazione del nostro organismo. Ecco qualche ulteriore consiglio per rimettersi in forma in modo sano ed efficace:


1) Mangiare poco e spesso

Educare il proprio corpo alle sane abitudini alimentari è un modus che dovrebbe accompagnarci tutto l’anno. Per smaltire il surplus di calorie e grassi animali,

la prima cosa da evitare è la tendenza al digiuno o a saltare i pasti: meglio mangiare poco e spesso, privilegiando gli alimenti sani. Obbligatorio includere sempre nel proprio menu verdura, ortaggi, frutta e pesce.


2) Eliminare le tossine con il cibo

Non solo eccessi alimentari: sono innumerevoli le cause che portano l’organismo ad accumulare sostanze tossiche nei tessuti provocando stanchezza, disturbi intestinali, gonfiori, che in questo periodo, dopo il pieno calorico del Natale, sono una pessima compagnia per molti... Alcuni cibi, inseriti regolarmente nella dieta, possono stimolare l’azione di reni e fegato e aiutare l’organismo a riequilibrarsi e disintossicarsi. Per esempio, le verdure a foglia verde: vanno consumate a volontà perché sono ricche di clorofilla, sostanza dalla spiccata proprietà disintossicante.


3) Largo a frutta e verdura

Dopo aver esagerato a tavola è molto importante seguire un’alimentazione ricca di frutta, verdura e ortaggi per depurare efficacemente l’organismo. Ottimi depurativi naturali sono l’asparago, il carciofo, l’ananas e l’uva. Non va dimenticato il prezzemolo, nel quale sono presenti buone percentuali di vitamina C ed A, ma anche di oli essenziali di pinene e apiolo, sostanze che stimolano l’attività renale.


4) Prediligere le insalate

Le insalate facilitano la funzionalità epatica e renale. È una buona abitudine cominciare il pasto proprio con una fresca e aromatica insalatina. Tra quelle selvatiche provate, per esempio, la borragine: ricca di nitrato di potassio, sali di calcio, fosforo e magnesio, favorisce la rimozione delle tossine dall’organismo attraverso la pelle e l’apparato urinario. L’acetosa, invece, è ricca di acido ossalico, di ferro, vitamina C e clorofilla, vanta proprietà drenanti, digestive, lassative e rimineralizzanti. Tonificare l’apparato digerente, stimolare la secrezione della bile e facilitare la diuresi: queste sono invece le preziose virtù del radicchio, che in questo periodo dell’anno è buonissimo.


5) Consumare cetrioli, zucchine, sedano

Le zucchine, ricche di acqua e sali minerali, disinfiammano e sono un eccellente diuretico: perfette per dare sollievo allo stomaco dopo i vizi delle feste. Un altro ortaggio dalle accentuate proprietà diuretiche e disintossicanti è il cetriolo (da consumare con la buccia), costituito per il 95% di acqua e buona fonte di vitamina A e C, di vitamine del complesso B, di zolfo, manganese, fosforo. Ottimo drenante e diuretico anche il sedano, ricco di iodio, rame, sodio, potassio.


6) Aggiungere cipolla e alloro ai piatti

Le foglie di alloro sono ricche di oli essenziali e di sostanze tanniche: hanno una buona azione sudorifera, esattamente come cipolla e porri. Questi ultimi, depurativi e antisettici, favoriscono l’eliminazione delle tossine non solo attraverso la pelle (ovvero con il sudore), ma anche attraverso la sollecitazione dell’attività renale.


7) Latte e yogurt, coppia detox

Lo yogurt e il latte, grazie alla presenza di aminoacidi ramificati, come leucina, isoleucina e valina, permettono al fegato di “ripulirsi” dalle scorie del metabolismo: sono perfetti alimenti disintossicanti. Utile addolcirli con un cucchiaino di miele, magari di erica, che vanta spiccate proprietà diuretiche.


8) Il principe delle acque: il pesce

Fonte di proteine e ricco di Omega 3 che riducono la risposta infiammatoria dell’organismo, è ricco di iodio, selenio, potassio, calcio, fosforo, ferro, vitamine A, D e del gruppo B ed è un eccellente antiossidante. Il pesce, leggero e digeribile, può controllare il colesterolo “cattivo” e si rivela d’aiuto per alleggerire il lavoro degli organi emuntori come fegato, reni, intestino.


9) Bere, bere, bere

Dopo aver esagerato con i cibi calorici e grassi un ottimo consiglio è quello di aumentare l’introito giornaliero di liquidi. Via libera ad acqua naturale, tisane, tè verde ma anche succhi, frullati e centrifugati di verdure, preferibilmente fatti in casa. Largo anche a passati di verdure e zuppe (ma ricordatevi di usare poco sale!).


10) Muoversi!

Per riossigenare i tessuti e favorire il processo di eliminazione delle tossine, l’attività fisica è fondamentale. Se l’idea di iscrivervi in palestra non vi entusiasma, cercate di camminare il più possibile e di dimenticarvi dell’ascensore. Se possibile, parcheggiate lontano dall’ufficio o scendete una o due fermate prima della vostra dal bus o della metro, in modo da dedicare qualche minuto in più, ogni giorno, al movimento. E approfittate della pausa pranzo per una passeggiata all’aria aperta.

 

articoli correlati